Itinerario archeologico a Firenze

Il punto di partenza per un itinerario archeologico fiorentino è certamente il Museo Archeologico che contiene una delle più importanti collezioni d’arte etrusca del mondo.

Il Museo ha  sede nel Palazzo della Crocetta, che fu costruito per la granduchessa Maria Luisa d’Austria nel 1620, probabilmente da Giulio Parigi. Istituito nel 1870, il museo fu collocato nella sede attuale nel 1880.

Una sezione dell’Archeologico è costituita dalle Raccolte egizie, le più importanti d’Italia dopo quelle di Torino. Il primo nucleo della sezione egizia, che aveva sede nel cenacolo di Foligno, ebbe origine dalla collezione Nizzoli, acquistata nel 1824, nonché dai pezzi derivanti dalla spedizione italiana diretta da Ippolito Rosellini, compiuta parallelamente a quella francese di Champollion. La collezione è stata successivamente incrementata da numerosi acquisti e donazioni, nonché dai reperti delle campagne archeologiche in Egitto del 1885 e del 1891-92 dello Schiaparelli.

Fra le opere più famose del museo, nella sala detta dell’Idolino si trova l’omonima statua bronzea greca.

Nella cosiddetta Galleria dei bronzi sono esposti tre grandi bronzi etruschi: la statua di Minerva, la celebre Chimera ferita da Bellerofonte, del V sec. a. C., l’Arringatore, statua monumentale funeraria del III secolo.

Per informazioni rivolgersi a Firenze Musei

Il nostro B&B a Firenze è un ottimo punto di partenza anche per la visita di questo Museo.

Share This